Tensioni tra Juncker e Renzi

Bruxelles – Nei piani alti delle istituzioni europee c’è preoccupazione per i rapporti con l’Italia. Claude Juncker – informano fonti europee –  nonostante resti amico di Matteo Renzi e miglior alleato dell’Italia, ha perso la pazienza per i continui malintesi dovuti al fatto che Bruxelles non ha un interlocutore per dialogare con Roma sui dossier più delicati.
In mattinata il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni ha parlato ai giornalisti di “polemiche inutili” da parte di Bruxelles. “L’Italia ha un Governo nel pieno dei suoi poteri” ha aggiunto il ministro degli Esteri in replica alle critiche.
Rispondendo a una domanda sulla polemica Roma/Bruxelles, che si protrae ormai da venerdì scorso, Federica Mogherini ha detto, cercando di smorzare i toni, che l’Italia e la Commissione lavorano per raggiungere gli stessi obbiettivi, specialmente sulla flessibilità in campo economico e sull’immigrazione. Secondo l’alto rappresentante della politica estera Ue in un anno sono stati introdotti strumenti che prima non esistevano, grazie al nostro governo e alla Commissione.

(18 gennaio 2016)