Festival della Mente 2015

Festival della Mente 2015Luciano Canfora apre quest’anno la XXII edizione del Festival della Mente che si svolge a Sarzana dal 4 al 6 settembre, con la direzione scientifica di Gustavo Pietropolli Charmet e la direzione artistica di Benedetta Mariettihe. Il festival, il primo in Europa dedicato alla creatività e ai processi creativi, quest’anno propone tre giornate con 60 relatori 38 incontri tra conferenze, spettacoli, workshop e momenti di approfondimento di scienziati, filosofi, scrittori, storici, artisti, psicoanalisti, architetti, fotografi e grandi pensatori.
E’ presente anche in questa edizione, curata dalla giornalista e scrittrice Chicca Gagliardo,  la sezione dedicata ai bambini e i ragazzi con 27 relatori e 22 eventi  (50 con le repliche).

Tema conduttore di questa edizione è la responsabilità:
«In un paese in cui è sempre colpa di qualcun altro, abbiamo pensato che il concetto di responsabilità dovesse essere ridefinito anche alla luce dei complessi cambiamenti sociali in corso e delle innovazioni scientifiche e tecnologiche. Quale rapporto c’è tra creatività e responsabilità?
E a quali nuove responsabilità oggi vengono chiamati intellettuali, letterati, storici, scienziati e artisti? Il festival tenterà di rispondere a queste domande mantenendo il consueto approccio divulgativo e multidisciplinare» dichiarano Gustavo Pietropolli Charmet e Benedetta Mariettihe.

Come sempre molti gli ospiti attesi di questa edizione.  Lo scrittore spagnolo Arturo Pérez-Reverte, in un dialogo con il romanziere Bruno Arpaia, parla delle diffusione in Europa dell’Encyclopédie di Diderot e d’Alembert. Alessandro Barbero, in tre lectio, con tema la responsabilità dello storico, propone i ritratti di Gaetano Salvemini, Marc Block ed Ernst Kantorowicz.  Frank Westerman, autore di romanzi-reportage tradotti in tutta Europa, e l’italiano Mauro Covacich ricercano nella letteratura contemporanea la reponsabilità di dire “io”. La francesista Daria Galateria e lo scrittore e critico letterario Emanuele Trevi  cercano di svelare il mistero che racchiude uno dei libri più letti al mondo Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry.
Lo scrittore Eraldo Affinati e il giurista Salvatore Lombardo discutono sul fenomeno tragicamente attuale della migrazione dei popoli.
Nell’ambito scientifico, Jim Al-Khalili professore di fisica teorica all’Università del Surrey e divulgatore scientifico sulla BBC e altri programmi televisivi e radiofonici inglesi discute di “biologia quantistica”. James R. Flynn uno dei più autorevoli psicologi dell’intelligenza si interroga sui grandi quesiti della vita con il filosofo e giornalista Armando Massarenti.
Questi alcuni degli appuntamenti che caratterizzeranno questa edizione, ricca inoltre di spettacoli teatrali e musicali.

Programma

more recommended stories