Due artisti internazionali ad Arezzo

flamenco y contemporaneoArezzo, giovedì 19 giugno ore 21 si tiene nello spazio Serra Eventi della residenza Ca de Frati il concerto esclusivo del duo formato dal contrabbassista Javier Moreno Sanchez e dal chitarrista flamenco Rycardo Moreno Montiel.
Nel segno dell’eclettismo capace di coniugare il jazz con il colore dell’armonia atonale e le radici gitane, il programma nasce da un’idea di Rycardo Moreno che, di nascita gitana, infonde il ritmo e la melodia di una cultura dalle radici millenarie nelle sue composizioni. Ma è stato l’incontro con il polso newyorkese distillato dai brani di jazz contemporaneo del quale è impregnato il contrabbasso di Javier Moreno a creare un mix assolutamente inedito. I due artisti spagnoli propongono così un programma che culmina in un mare di musica dove l’interazione e l’energia dell’improvvisazione dimostrano che i due – oltre ad essere grandi conoscitori del jazz, del flamenco e della musica etnica – insieme sono capaci di esplorare nuovi percorsi alla ricerca di un suono che apporti freschezza ed energia alla scena dell’avanguardia, proponendo un repertorio originale e unico nel panorama musicale internazionale

Rycardo Moreno Montiel è chitarrista di Flamenco e Jazz. Nato a Lebrija (Siviglia) nel 1981 in una famiglia gitana, ha mosso i suoi primi passi nel mondo della musica suonando la chitarra come accompagnatore di sua nonna, la cantaora “Pepa la Cartuja”. È arrivato presto al successo come creatore, produttore musicale, compositore, arrangiatore e anche chitarrista del gruppo di flamenco fusion “De Ojana ná” con i quali ha realizzato il suo primo lavoro discografico all’età di soli 20 anni. Il gruppo arrivò primo nella classifica dei grandi successi nazionali del momento con il single “Eh bombón”. È stato produttore, arrangiatore, compositore e chitarrista per alcuni degli artisti più importanti del mondo del flamenco: Alba Molina (CD “Tu cara”), Tomás de Perrate (CD “Infundido”), Lebrijano (CD “Cuando el Lebrijano canta, se moja el agua”) e il pianista Dorantes (CD “Sin muros”).
Nella la sua carriera ha realizzato altre importanti collaborazioni con artisti quali Raimundo Amador, Lole Montoya, Javier Ruibal, Esperanza Fernández, Remedios Amaya, Montse Cortés, El Guadiana, Yelsi Heredia. Insieme al Quartetto Dorantes ha partecipato ai più prestigiosi Festival di Jazz (San Sebastián, San Javier, Tolouse e Parigi, tra gli altri).

Javier Moreno Sanchez, nato a Madrid, è compositore e contrabbassista. Negli ultimi anni risiede in diversi paesi del mondo, portando avanti un’intensa attività professionale, diffondendo e accrescendo la sua sensibilità musicale verso la creatività contemporanea, quale il jazz, la musica creativa e lo scambio con altre discipline, il teatro, la danza e l’arte visiva, all’interno del pieno fermento artistico di città come Madrid, Parigi, Roma, Buenos Aires e New York.
Si forma in istituzioni come la New York University e il Royal Conservatory della città dell’Aja, ottenendo anche diverse borse di studio come la Tete Montoliú, la Fundación Caja Madrid e Banff Centre of Creative Arts. Nel suo percorso professionale prende parte a diversi scenari all’interno della musica jazz contemporanea come il flamenco e altre musiche, collaborando con artisti come Tim Berne, Dino Saluzzi, Tony Malaby, Gerald Cleaver, George Garzone, Craig Taborn, Badal Roy, Mat Maneri, Carmen Linares, Agustín Carbonell “El Bola”, Javier Ruibal, Arcángel e David Dorantes, esibendosi in luoghi sia in Italia che negli Usa (è di casa allo Stone di New York).
Partecipa a importanti Festival di Jazz, a San Sebastián, New York Flamenco Festival, Spoleto Jazz Festival di Charleston, Madrid, Toulouse, Buenos Aires e al Rhino Jazz.
Recentemente, oltre ad incidere quattro dischi come leader (due di essi con il marchio Fresh Sound New Talent), ha preso parte come direttore musicale, contrabbassista e compositore all’opera multidisciplinare “Wearing Lorcá´s Bowtie” rappresentata al teatro Duke di Broadway.

Ingresso libero fino a esaurimento posti, a seguire festa e degustazione in onore dei musicisti.

CA DE FRATI – INFORMAZIONI

da Arezzo Città del Vasari – Ufficio Stampa

more recommended stories