InnerSkating mostra di Michele Pesce

PastedGraphicIn mostra le storie di spazi urbani e metropoli fotografate da Michele Pesce e rielaborate dallo street artist Demon

Dal 13 febbraio al 13 marzo NoName Space ospiterà le opere di Michele Pesce, eclettico artista napoletano che vanta numerose partecipazioni a progetti ed esposizioni di rilievo internazionale – tra cui la Biennale dei Giovani Artisti d’Europa (2008), Magmart 3.0 e l’ International videoart festival, di cui è stato uno dei vincitori.
‘InnerSkating’ è una raccolta di fotografie che raccontano la storia di spazi urbani e metropoli che vengono “colti”, prodotti, fusi, riprodotti, destrutturati attraverso le sperimentazioni dell’artista e poi rielaborate da Giulio Demon Verdi, tatuatore e street artist, che nella versione 2.0 del progetto è intervenuto in freestyle sulle foto, traendo ispirazione dai luoghi di provenienza delle stesse e dalle loro geometrie. “Innerskating è un progetto sperimentale fotografico durato dieci anni di una serie di spazi urbani, una sorta di diario di viaggio delle mie esperienze vissute in giro per il mondo” dice Pesce. Le opere sono state realizzate con carta fotografica Lambda e poi applicate su lastre di alluminio.
In mostra anche alcune sculture in polistirolo e resina della collezione “From the Wall” raffiguranti l’alfabeto inglese. Con questo progetto l’artista ritorna alle sue radici di writer, attività a cui si è dedicato sin da giovanissimo nella Napoli delle periferie. Michele Pesce si affaccia dunque alla scultura passando attraverso la finestra del graffissimo, la scoperta della profondità non è quindi qualcosa di nuovo, ma un ritorno alle origini, o meglio un modo per ripartire, da qui il titolo della collezione. Completano l’esposizione “From the Wall” 27 Moleskine customizzate dall’artista.

A inaugurare musicalmente la mostra sarà Franky B aka Cryptic Monkey, produttore di musica elettronica. Michele Pesce ha realizzato il videoclip del suo primo singolo “Terratrema” feat. Sha One tratto da S.E.B.A.(‘Sound Explicit Bassline Anthems’).

Le opere di Michele Pesce saranno esposte fino al 13 Marzo 2014.

La vetrina di NNM Space sarà per l’occasione dipinta da Giulio Demon Verdi il 12 febbraio (performance pubblica).

Inaugurazione giovedì 13 febbraio 2014 ore 19.00-22.00

—————————
NoName Space
Via Don Bosco, 24 – via Breno, 1- MILANO.
MM3 BRENTA
facebook.com/NoNameSpace

MICHELE PESCE
Nasce nel 1976 alle pendici del Vesuvio, in un paese della provincia di Napoli. Si appassiona all’informatica sin da giovanissimo, manifestando da subito una spiccata vocazione alla computer graphics e, in contemporanea, inizia le prime esperienze di produzione artistica come writer. Nel corso degli anni ’90 elabora uno stile sofisticato e personale. Nel 1997 è membro fondatore della CDP cru, ed è in questo periodo che prova a trasporre gli scenari urbani su cui ha lavorato in un più ampio spazio di progetto e fotografa e motion graphic, in cui combina lo stile dell’urban design con le tecniche e le potenzialità dello strumento informatico e fotografico. Nel 2002 con due dj napoletani dà vita eightBitRate, un progetto artistico che coniuga musica digitale e grafca low-f, ispiarato ai primissimi videogames. Nel corso degli anni ha avuto modo di partecipare a diversi progetti ed esposizioni, fra cui le realizzazioni site specifc come “Un secolo di passioni”, videoinstallazione per i cento anni del Giro d’Italia, ha inoltre partecipato alla Biennale dei giovani artisti d’Europa a Bari nel 2008, ad Audiovisiva a Milano, Crashland Experimental Design with a social Conscience a Tokyo, Nokia Trend Lab, Magmart 3.0, (uno dei vincitori), CAM Contemporay Art Museum, N. Est 2.0 The Making of the City (Na), “Espressioni” ad Ischia, BHHF a Londra e Brighton nel 2007, Dancing with Domus (organizzato dall’omonima rivista), Stradearte Osservatorio sulle Nuove Strade dell’Arte Digitale nel 2006, Viedram festival Internazionale di VideoDesign (dell’Istituto Europeo di Design), in cui è stato uno dei vincitori.
http://www.welikethefish.com

GIULIO DEMON VERDI
Giulio Demon Verdi è uno degli esponenti dell’Underground napoletano, presente
sulla scena dai primi anni 90 membro della prima Crew di graffiti napoletana KTM, insieme a Shaone, Polo e Zemi. In questi anni la monotematicità dei graffiti lo spinge alla ricerca di un nuovo stile di espressione, ed è così che il writing diventa provocazione: un writer conto il writing. Nasce così il suo stile “Morte dei Graffiti”, lettere che si trasformano nel malessere della società attuale ed escono dagli schemi classici del writing. Oggi Demon è uno dei pochi tatuatori napoletani che riesce a trasporre le sue degenerazioni sociali sulla pelle degli altri.

FRANKY B aka CRYPTIC MONKEY
Originario di Napoli, il producer e dj Franky B è uno dei dj turntablist di lungo corso della scena musicale del nostro paese. Con i Meninskratch vince ben tre edizioni del Dmc Italiano (dal 2000 al 2002). Nel 2004 entra nel team di Abstract:Groove; nel 2008 sceglie di usare il moniker ‘Cryptic Monkey’ e nel 2010 arrivano anche la radio e la televisione: Alessio Bertallot lo coinvolge nel suo nuovo show ‘Raitunes’ su Radio 2, Rai e ‘Raitune5’. Dopo dieci ep firmati con l’alias Cryptic Monkey, molti dei quali pubblicati in Inghilterra dalla Smiley Fingers e più adatti al clubbing, arriva ‘Vesuvius Bunks’, il punto di non ritorno che amplifica il nuovo corso musicale del producer e dj napoletano. Dopo il successo di critica e pubblico ottenuto con ‘Vesuvius Bunks’, arriva finalmente un intero album, ‘S.E.B.A.’ (‘Sound Explicit Bassline Anthems’), il debutto da solista in uscita il 7 ottobre per la nuova label Black Marigolds. Un disco che supera i confini tipicamente ‘strumentali’ della ‘bass music’ e che si presenta come un progetto corale, frutto di una sinergia creativa con artisti ed mc internazionali che provengono da ambiti culturali diversi. Anche attraverso l’artwork, curato da Luca “Wo” Siano, si manifesta il continuo dialogo tra tradizione e sperimentazione.
www.crypticmonkey.com

da Vittoria Basile UFFICIO STAMPA NNM Space

Altri articoli