Marcello SorgiArezzo Città del Vasari il 19 gennaio inaugura a Siena l’attività 2014 con “Passeggiate d’autore” e il concerto de La Rossignol il giorno dopo, 20 gennaio, Tomaso Montanari presenta ad Arezzo “Le pietre e il popolo” e ancora a Siena, il 24 gennaio, Marcello Sorgi presenta “Le sconfitte non contano” per terminare questo primo ciclo di attività ad Arezzo con le Vite del Vasari trascritte da Giancarlo Dal Pozzo.

A Siena, nel mese di gennaio, si svolgeranno sei itinerari con guide d’eccezione – scrittori, attori, giornalisti e storici – tra i luoghi della goliardia, del teatro e dello spettacolo, sulle orme dei pellegrini e della comunità ebraica per giungere agli scorci che hanno ispirato le opere di Boccaccio e Tozzi. Le passeggiate si terranno tra vie, palazzi e opere che narrano letteratura, storia e tradizione. “I colori del libro. Passeggiate d’autore”, questo il titolo della rassegna organizzata da Toscanalibri.it e Comune di Siena. Tutte le passeggiate si concluderanno poi al Santa Maria della Scala per un dialogo a più voci con la guida d’eccezione e il suo accompagnatore e un approfondimento sul tema del percorso.

Arezzo Città del Vasari è partner del progetto “Passeggiate d’autore”: noi abbiamo scelto l’itinerario sulle tracce di Boccaccio, guidato dallo scrittore Marco VICHI. E abbiamo completato il percorso proponendo, all’approdo della passeggiata, un concerto esclusivo dell’ensemble LA ROSSIGNOL: Caròle et canzoni vaghette e liete. Giovanni Boccaccio e la musica. Una passeggiata davvero speciale che Arezzo Città del Vasari ha potuto sigillare con il concerto affidato ad un ensemble specialista di musica e danza antiche, grazie al contributo prezioso di CAFFE’ RIVER e al sostegno di GIORA’.

La Rossignol, grazie all’attento studio delle fonti dirette, le indagini storiche, organologiche ed iconografiche, la grande attenzione all’aspetto spettacolare del proprio lavoro, sin dal 1987 svolge un’intensa attività artistica, esibendosi in Italia, Svizzera, Francia, Germania, Israele, Tunisia, Algeria, Egitto, Russia, Grecia, India, Cina, Giappone, Romania, Cipro, Spagna, Siria, Libano, Marocco, Slovenia, Ungheria, Bulgaria, Malta, Turchia, Pakistan, Austria, Polonia, Brasile, Albania, Taiwan, Messico, Città del Vaticano, Australia, Kenia, Slovenia, Croazia, Svezia, Colombia, Bolivia, Paesi Bassi, Danimarca, Finlandia, Scandinavia, Kazakhistan, Venezuela, Hong Kong, USA, Arabia Saudita con concerti e spettacoli in festival e rassegne di grande prestigio. Chiamato a far parte del CID (Conseil International de la Danse), all’attivo ha inoltre collaborazioni con la RAI, MEDIASET, TSI e con il cinema (tra cui Il mestiere delle armi di Ermanno Olmi e Romeo & Juliet di Carlo Carlei), consulenze e direzioni artistiche, corsi di formazione e aggiornamento docenti e la realizzazione di musiche per spettacoli teatrali. Ha inciso per varie etichette discografiche numerosi cd dedicati alla musica antica.
(Siena, domenica 19 gennaio, partenza dall’Archivio di Stato in via Banchi di Sotto 52 alle 15.30, concerto in Santa Maria della Scala alle 17 circa).

Tomaso MontanariIl giorno dopo, qui ad Arezzo, recupereremo l’incontro con Tomaso MONTANARI. Intellettuale scomodo, fiorentino, docente di Storia dell’arte presso l’Università Federico II di Napoli, Tomaso Montanari è uno storico dell’arte coraggioso, strenuo difensore del patrimonio italiano. Piuttosto integralista, negli articoli che scriveva per il Corriere della sera e che scrive per il Fatto quotidiano non le manda a dire. Tomaso Montanari presenterà il suo ultimo libro, “Le pietre e il popolo. Restituire ai cittadini l’arte e la storia delle città italiane”, dialogando con il giornalista Michele TADDEI.
(Arezzo, lunedì 20 gennaio ore 18, Aula Magna “Giorgio Vasari” dell’Istituto Buonarroti)

Torneremo a Siena il 24 gennaio per l’incontro con il giornalista e scrittore Marcello SORGI che presenterà il suo ultimo libro, “Le sconfitte non contano”, delicato e avvincente ricordo del padre Nino, avvocato palermitano di processi importanti e fine intellettuale, amico di Leonardo Sciascia, Elvira Sellerio e Danilo Dolci.
(Siena, venerdì 24 gennaio ore 18, Santa Maria della Scala)

Infine, qui ad Arezzo, un appuntamento fisso e particolarmente atteso: la presentazione del terzo e ultimo volume delle Vite del Vasari “trascritte” da Giancarlo DAL POZZO in italiano moderno. Questa volta l’autore ha riscritto con la solita efficacia le vite dei più eccellenti scultori e architetti, da Arnolfo di Cambio a Michelangelo.
(Arezzo, venerdì 21 febbraio ore 18, Aula Magna “Giorgio Vasari” dell’Istituto Buonarroti)

Sia gli eventi senesi con La Rossignol e Marcello Sorgi che quelli aretini con Tomaso Montanari e Giancarlo Dal Pozzo si svolgono in collaborazione con Agenzia Impress e Toscanalibri.it, grazie ad un accordo avviato nel 2013 e che Arezzo Città del Vasari e i suoi prestigiosi partner senesi hanno intenzione di implementare ulteriormente.

TUTTI GLI INGRESSI SONO GRATUITI

________________________________________

da
UFFICIO STAMPA, PROMOZIONE E RELAZIONI ESTERNE
T 0575 401751
comunicazione@nullarezzocittadelvasari.it

VEDI ANCHE