Sergio Rubini al Politecnico di Bari

Bari, Campus Universitario – Politecnico di Bari
Aula Magna ‘Attilio Alto’ – lunedì 16 gennaio 2012 – ore 11.00

Conversazione con
Sergio Rubini
La forma scenografica  

Saluti del Magnifico Rettore del Politecnico di Bari Nicola Costantino e dell’Assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia Silvia Godelli
Introduce e coordina Francesco Moschini
Presentazione di Francesco Selicato 

Sergio Rubini (Grumo Appula, 1959) frequenta i corsi dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma. Nei primi anni ’80 recita in teatro sotto la regia di nomi come: Antonio Calenda, Ennio Coltorti, Gabriele Lavia e Enzo Siciliano. Il suo esordio cinematografico in qualità di attore avviene nel 1985 con il film “Figlio mio infinitamente caro”; nello stesso anno Federico Fellini lo scelse per interpretare se stesso da giovane nel film “L’intervista” uscito nel 1987. Nel 1990 esordisce come regista con “La stazione” con cui si aggiudica numerosi premi e riconoscimenti tra cui il Nastro d’Argento e il David di Donatello per la miglior opera prima. Ha interpretato oltre 60 ruoli in altrettante pellicole e diretto dieci film, tra cui si ricordano: Il viaggio della sposa (1997); Tutto l’amore che c’è (2000); L’anima gemella (2002); La terra (2006); Colpo d’occhio (2008); L’uomo nero (2009). 

L’incontro con Sergio Rubini inaugura un nuovo filone di ricerca del Progetto T.E.S.I. dedicato al Cinema in continuità con quello già avviato nel 2007 rivolto al tema Libro e Biblioteca. La Lezione di S. Rubini nasce a supporto scientifico del tema “Territori del Cinema: Stanze, Luoghi, Paesaggi. Un Sistema per la Puglia. Letture e interpretazioni”, ricerca che l’Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia ha avviato in collaborazione con il Politecnico di Bari.

Due invarianti caratterizzano il Progetto: il Cinema, inteso nelle sue forme architettoniche, storiche, sociali e artistiche e la Regione Puglia, come contesto geografico e culturale in cui si evidenzia lo stretto legame con il mondo del cinema. Lo studio mira a costituire un bagaglio di conoscenze e informazioni, utili per la descrizione dello stato attuale e soprattutto per la programmazione e il potenziamento dello scenario culturale, sociale ed economico futuro. La definizione di Sistema cinematografico è il modo per pensare ad un vasto intervento di pianificazione che veda la Puglia tema per i territori del cinema.

L’evento s’inserisce all’interno del ciclo di incontri promosso nell’ambito del progetto T.E.S.I. che ha visto la partecipazione di personalità illustri del mondo accademico e culturale italiano come: Luciano Canfora (“Per la storia delle Biblioteche”); Franco Purini (“Le parole dello spazio”); Gianfranco Dioguardi (“Il piacere del testo”); Ruggero Pierantoni (“E, se scomparissero i libri?”); Antonella Agnoli e Marco Muscogiuri (“La Biblioteca e l’Architettura”); Massimiliano Fuksas (“Sublimi scribi del Caos”); Massimo Cacciari (“Idea di Progetto”); Mario Cresci (“Raccogliere con lo sguardo”); Mario Resca (Per la gestione dei beni culturali); e presto si auspica di poter ospitare: Manlio Brusatin, Francesco De Gregori, Predrag Matvejevic, Salvatore Settis, Emanuele Severino.

Il Programma T.E.S.I. Tesi Europee Sperimentali Interuniversitarie mira ad organizzare, attorno alle tesi di laurea, un sistema di relazioni e corrispondenze tra studenti e università di diversi Paesi della Comunità Europea. Stabilendo un medesimo argomento di ricerca si vogliono avvicinare conoscenze formative differenti. Per dare maggiore scientificità e completezza all’oggetto di studio, sono previsti dibattiti, lezioni, seminari, conferenze, mostre e pubblicazioni. Ogni argomento di T.E.S.I. ha lo scopo di costituire in forma tematica ed enciclopedica una raccolta eterogenea di contributi.

La presenza di Sergio Rubini, regista e attore, rappresenta un contributo significativo per avviare una riflessione sul tema dello spazio cinematografico inteso nelle sue valenze artistiche e tecniche. La dimensione linguistica e letteraria del cinema rappresenta da sempre un parallelismo e un intreccio all’interno dell’illusione cinematografica. La lezione mette in evidenza come il montaggio di luoghi e parole esprima un’unica sintesi formale.
Coordinamento scientifico e culturale di Francesco Moschini
A cura di Vincenzo D’Alba, Valentina Ieva, Francesco Maggiore
Collaborazione di Giovanni Laterza 

Promosso da
· Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo
· Politecnico di Bari
· A.A.M. Architettura Arte Moderna
· Fondazione Gianfranco Dioguardi
· Fondo Francesco Moschini Archivio A.A.M. Architettura Arte Moderna per le Arti, le Scienze e l’Architettura
· Progetto T.E.S.I. Tesi Europee Sperimentali Interuniversitarie 

Sponsor
· Arti Grafiche Favia 

Locandina / Invito / Comunicato stampa

Evento Facebook: Sergio Rubini al Politecnico di Bari 

www.aamgalleria.it / progettoTESI@nullaamgalleria.it

more recommended stories