Ariccia, città del Gran Tour, amata da Goethe e Gogol, anche quest’anno ospita una delle più interessanti estati teatrali italiane, Fantastiche Visioni, affermato appuntamento tra le platee estive dei castelli romani, che, giunto alla sua IV edizione, riunisce in un’unica rassegna dal 24 giugno al 5 agosto, spettacoli tra i migliori della stagione.

Diretto da Giacomo Zito, ideatore del progetto Ariccia Città Teatro – che in pochi anni ha contribuito a trasformare la cittadina in polo culturale di prima grandezza – Fantastiche Visioni anche per il 2011 accende i riflettori sul teatro di alto livello inserendolo in una cornice urbanistica che vanta la firma di Bernini e che ben si presta ad accogliere eventi teatrali sullo sfondo di scenari naturali unici.

Una rassegna, ad ingresso gratuito, realizzata con il contributo del Comune di Ariccia e della Provincia di Roma, che porta nel cuore del Lazio e a pochi chilometri da Roma, spettacoli imperdibili con grandi nomi, che trovano con Fantastiche Visioni uno spazio decentrato rispetto alla capitale, accogliente e a dimensione d’uomo. Un palcoscenico ideale per gli ospiti dell’edizione 2011, personaggi del calibro di Maurizio Micheli, Benedicta Boccoli, Alessio Boni, Alessandro Benvenuti, Augusto e Toni Fornari, Mario Pirovano, Paolo Rossi.

Proprio ai due fratelli Fornari e al loro irresistibile “Fratelli d’Italia” è affidata l’apertura venerdì 24 giugno, con uno spettacolo destinato a coinvolgere con l’intelligenza dell’ironia un vasto pubblico di adulti e bambini, all’interno di una rassegna che non trascura nessuno.

Si prosegue venerdì 1 luglio con la Compagnia Pantakin e “L’Amor Comanda”, regia di Michele Modesto Casarin, che attraverso il linguaggio universale della commedia dell’arte racconta l’amore contrastato di tre uomini per la stessa donna.

E poi ancora spazio ai classici, venerdì 8 luglio, con l’anteprima de “George Dandin. Il Marito Scornato” di Molière, con Maurizio Micheli e Benedicta Boccoli, regia di Alberto Gagnarli e, venerdì 15 luglio, Lu Santu Jullare Françesco di Dario Fo, con Mario Pirovano, eletto dalla critica migliore interprete del Premio Nobel.

Altro attesissimo evento unico, sarà sabato 23 luglio, quello che vede protagonista Alessio Boni che, sempre all’insegna del buon teatro, presenta uno degli spettacoli più apprezzati della scorsa stagione: “Caravaggio. Nero D’Avorio”, per la regia di Gabriele Marchesini.

Protagonista di Fantastiche Visioni, venerdì 29 luglio, anche Alessandro Benvenuti, con “Zio Birillo. Storie di Acide Amenità”, un reading musicale di brani originali firmati e interpretati dall’attore e regista toscano, accompagnato dal vivo da una formazione di quattro elementi.

Gran finale affidato a Paolo Rossi, venerdì 5 agosto con “Serata del Disonore”, che chiude la rassegna con uno spettacolo ironico e dissacrante.

“Si tratta di un cartellone” ha dichiarato Giacomo Zito “che rispecchia a pieno il progetto di Ariccia Città Teatro, che vede nella cittadina, antica capitale della lega latina e seicentesca residenza papale, un palcoscenico urbanistico suggestivo, dove realizzare spettacoli che attraggano spettatori di tutte le età alla ricerca di eventi popolari ma di prima eccellenza, per cogliere anche in questa mirabile occasione l’opportunità di avvicinare il pubblico allo spettacolo dal vivo. Ecco quindi l’orgoglio di promuovere artisti giovani e di grande talento come i Fratelli Fornari, che in Fratelli d’Italia operano una sintesi personale e spassosa del nostro più classico varietà; il piacere di inserire nella nostra cornice barocca uno spettacolo dalle suggestioni seicentesche come L’Amor comanda dei Pantakin da Venezia, maestri della Commedia dell’Arte, ai quali fa eco la commedia molieriana Georges Dandin, con il grande Maurizio Micheli, e ancora, a seguire, la personale sintesi di Dario Fo, riflessione geniale sulla commedia all’impronta, con Lu Santu Jullare Françesco interpretato da Mario Pirovano; e, per affondare fino in fondo l’immaginazione nella suggestione del nostro grande passato artistico, il prestigioso Caravaggio. Nero D’Avorio con Alessio Boni, incarnazione filmica del genio della pittura italiana. Legati dal filo della narrazione dal vivo, concludono il programma due eventi, Zio Birillo. Storie di amene acidità di e con Alessandro Benvenuti, in un’inedita versione di performer cantante, e Paolo Rossi, maestro del palcoscenico dalla comicità graffiante e visionaria con lo spettacolo dal titolo dissacrante Serata del disonore. Non mi resta che augurare la nostro pubblico buon divertimento!”


Fantastiche Visioni – IV edizione

Teatro a cielo aperto nella cornice di G.L.Bernini

Appuntamento ad Ariccia, Belvedere di Piazza Mazzini,
dal 24 giugno al 5 agosto

Ingresso gratuito

Fantastiche Visioni è organizzato dall’Associazione Culturale ARTEIDEA.

Per info: www.comunediariccia.it – www.arteideaariccia.it
recapito e-mail: info@nullarteideaariccia.it 

more recommended stories