Dall’11 al 19 giugno 2011 ad Asti torna il festival Passepartout, fatto di pensieri e parole, ospiti speciali e tanto pubblico.

L’edizione di quest’anno si intitola 1911-2011: il secolo della donna. Dall’esclusione alle pari opportunità.

Nel 1911 per la prima volta, in Germania, Austria, Svizzera, Danimarca e Francia, fu celebrata la Giornata Internazionale della Donna, sul modello del “Women’s Day” promosso negli Stati Uniti dal Partito Socialista in favore del diritto di voto femminile: com’è cambiato il ruolo della donna nel corso degli ultimi cent’anni?

Philippe Daverio, Inge Feltrinelli, Luciano Violante, Isabella Bossi Fedrigotti, Bice Biagi, Edoardo Raspelli, Stella Pende, Margherita Oggero, Paola Mastrocola, Sebastiano Vassalli, Lilia Zaouali, Younis Tawfik, Debora Caprioglio, Paola Quattrini, Corrado Tedeschi sono solo alcuni dei protagonisti del festival che si confronteranno sul tema, non in un’apologia del femminismo né una ‘rassegna al femminile’, ma ponendo domande e proponendo riflessioni che investono gli aspetti di costume, artistici, teatrali, politici ed economici che hanno connotato il XX secolo.

Anteprima mercoledì 8 giugno alle 18, alla Biblioteca Astense (Asti, corso Alfieri ang. Via Goltieri) con un intervento di Stefano Zecchi su “La donna e la Bellezza”.

L’edizione 2011 del festival Passepartout vanta il patrocinio del Ministero delle Pari Opportunità.

Il direttore scientifico della manifestazione è il giornalista Alberto Sinigaglia.

Un corso di giornalismo, spettacoli e letture ad arricchire ulteriormente il calendario del festival. Informazioni sul sito: www.passepartoutfestival.it


Passepartout Pensieri & Parole
11-19 giugno 2011 Asti, Palazzo del Collegio, Via Carducci 64

1911-2011: il secolo della donna
Dall’esclusione alle pari opportunità.

PROGRAMMA

Altri articoli