Mostra di Anish Kapoor

Anish Kapoor, C-Curve, 2007Uno straordinario appuntamento a Milano a fine maggio con Anish Kapoor, universalmente riconosciuto come uno tra i più significativi artisti contemporanei.

Dal 31 maggio nelle due diverse sedi espositive della Rotonda di via Besana e della Fabbrica del Vapore si terrà una mostra, curata da Gianni Mercurio e Demetrio Paparoni, promossa e prodotta dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e dall’Assessorato Sport e Tempo libero con la società di produzione artistica Madeinart

Un’installazione site-specific e installazioni ambientali insieme a una selezione di opere recenti consentiranno di comprendere la complessità formale dei suoi lavori, che hanno rivoluzionato il modo di intendere la scultura. Realizzate prevalentemente in metallo o cera – quest’ultima sempre con la caratteristica tonalità di "rosso Kapoor", queste sculture sono concepite in relazione con lo spazio che le accoglie. Come ha dichiarato lo stesso artista, esse "cercano di generare sensazioni, spaesamenti percettivi, che porteranno a ognuno, diversi, magari insospettabili significati". In particolare, la capacità del metallo di riflettere l’ambiente circostante consente alla scultura di entrare in relazione con lo spazio mutandone la percezione.

In occasione del recente restauro della Fabbrica del Vapore Kapoor realizzerà un’installazione site-specific che occuperà interamente lo spazio della "Cattedrale". L’installazione – realizzata con il supporto della Galleria Continua, di Lisson Gallery e della Galleria Massimo Minini – è costituita da un grosso volume in acciaio lungo 60 metri e alto 8 all’interno del quale i visitatori potranno entrare. L’ingresso si apre a calice e la superficie, sia esterna che interna, è circolare con un appoggio minimo al suolo. L’opera verrà coperta progressivamente da una montagna di terra rossa di circa 160 metri cubi.

La Rotonda di via Besana ospiterà invece una selezione delle opere, tra cui My Red Homeland, 2003, una monumentale installazione formata da cera rossa disposta in un immenso contenitore circolare e composta da un braccio metallico connesso ad un motore idraulico che gira sopra un asse centrale, spingendo e schiacciando la cera, in un lento e silenzioso atto infinito di creazione e distruzione. L’artista considera il colore rosso come "un mezzo di investigazione emozionale". "Rosso é il colore del sangue, della passione e delle emozioni, rosso il colore della carne, convertita in questo lavoro in cera e vasellina, materiali organici ma duraturi". Completerà l’esposizione una serie di sculture in acciaio tra cui: C-Curve, 2007; Non Object (Pole), 2008; Non Object (Door), 2008; Non Object (Plane), 2010 ed altre che garantiscono effetti percettivi di grande impatto nel capovolgere e deformare le figure che vi si riflettono nella costante creazione di una realtà inedita e imprevedibile. Si tratta, infatti, di sculture interattive che provocano nello spettatore una percezione distorta sia dal punto di vista acustico che da quello visivo, causando un senso di straniamento, che può portare a una leggera perdita di equilibrio.

Madeinart e Anish Kapoor hanno scelto di supportare la Fondazione Banco Alimentare devolvendole parte del denaro raccolto con le sponsorizzazioni. Nelle due sedi espositive sarà inoltre organizzato un corner di raccolta cibo.

La mostra è realizzata con il contributo di Fondazione AEM e grazie al sostegno di Clifford Chance e Swarovski.

"Siamo lieti di sostenere questa rassegna che ben si inserisce in un percorso avviato da tempo con il Comune di Milano e che ci vede partner di alcune delle più prestigiose mostre organizzate in città – afferma Marcello Di Capua, Presidente della Fondazione AEM – Il legame con il tessuto culturale milanese quest’anno si è ulteriormente rafforzato in occasione delle celebrazioni per il Centenario dell’Azienda Elettrica Municipale. E’ nostra ferma intenzione proseguire questo cammino nel solco di una proficua collaborazione con l’amministrazione comunale e i suoi partner". 

Clifford Chance, tra gli studi legali leader al mondo, sostiene il progetto Anish Kapoor. Charles Adams, Managing Partner per l’Italia ha dichiarato: "L’arte di Anish Kapoor è espressione di una cultura globale, di innovazione ed eccellenza e al contempo di forte attenzione al sociale. Valori che ci accomunano e ci hanno spinti a sposare quest’iniziativa". Nell’ambito del progetto Kapoor, Clifford Chance sostiene il Banco Alimentare.

La mostra di Anish Kapoor verrà realizzata anche grazie alla preziosa partnership con Swarovski, azienda da sempre attenta al mondo dell’arte e del design. Le originali installazioni dell’artista contemporaneo, che trasformano la tradizionale percezione dell’opera d’arte e dello spazio in cui essa vive, riflettono perfettamente l’evoluzione odierna del brand: una forte identità e storia ultracentenaria, unita ad una continua attenzione all’innovazione, che si traduce nella realizzazione di gioielli e accessori sempre all’avanguardia e nell’entrata in nuovi segmenti di  mercato, consentendo a Swarovski di posizionarsi e affermarsi come marchio "total look".

INFO
ANISH KAPOOR MILANO
www.anishkapoormilano.com  

Catalogo Skira 

Conferenza stampa: lunedì 30 maggio ore 11.00 Rotonda di via Besana, a seguire preview per la stampa in entrambe le sedi espositive 

Inaugurazione: lunedì 30 maggio – ore 20.00 Rotonda di via Besana, ore 21.30 Fabbrica del Vapore

Apertura al pubblico:

31 maggio – 9 ottobre 2011

MILANO, ROTONDA DI VIA BESANA – via Enrico Besana, 12

31 maggio – 8 gennaio 2012

MILANO, FABBRICA DEL VAPORE – via Procaccini, 4

Orari: lunedì 14.30 – 19.30. Da martedì a domenica 9.30-19.30. Giovedì e sabato 9.30-22.30

Ingresso: 6 € per ciascuna sede espositiva; 10 € per entrambe le sedi

A Venezia dal 31 maggio al 27 novembre 2011, nella Basilica di San Giorgio Maggiore, sarà presentata l’opera Ascension, che sarà uno dei più attesi eventi collaterali della 54. Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia. Organizzato da Arte Continua e curato da Lorenzo Fiaschi, il progetto è realizzato grazie a Galleria Continua e illycaffè, con la collaborazione della Fondazione Giorgio Cini onlus e dell’Abbazia di San Giorgio Maggiore. Ascension è stata realizzata per la prima volta a San Gimignano nel 2003 e successivamente esposta in Brasile (a Rio de Janeiro e Brasilia nel 2006 e a San Paolo nel 2007) e in Cina (a Pechino nel 2007). Inserita nell’eccezionale contesto di una basilica veneziana l’opera assume nuova forma.  

VENEZIA:

Conferenza stampa: martedì 31 maggio 2011, ore 12:00 presso Sala Carnelutti, Fondazione Giorgio Cini onlus, Isola di San Giorgio Maggiore, Venezia.

Inaugurazione: ore 18.00 – 20.00. 

Apertura al pubblico:

1 giugno – 27 novembre 2011

VENEZIA, BASILICA DI SAN GIORGIO – Isola di San Giorgio Maggiore

Orari: lunedì-sabato: 10:00-13:00/14:30-18:00. Domenica: 9:00-11:00/14:30-18:00.

Ingresso gratuito  


Note biografiche Anish Kapoor 

Nato nel 1954 a Bombay ma formatosi a Londra, dove si è trasferito nel 1973, Anish Kapoor è il primo artista ad aver posto con il suo lavoro la questione di un’arte capace di essere espressione di una cultura globale, capace cioè di superare le vecchie categorie di "oriente" e di "occidente". Imperniata agli inizi su forme archetipiche che rimandano a una marcata dimensione spirituale, il lavoro di Kapoor ha affrontato successivamente le dinamiche della percezione visiva, spostandosi nel contempo su sculture di grandi dimensioni che assumono la caratteristica di vere e proprie architetture monumentali. Negli ultimi trenta anni la sua opera è stata esposta nei più importanti musei ed istituzioni del mondo. Ha realizzato mostre personali alla Kunsthalle di Basilea, alla Tate Gallery e Hayward Gallery di Londra, al Reina Sofia di Madrid, al CAPC a Bordeaux, al CCBB Centro Cultural Banco do Brasil a Brasilia, Rio de Janeiro e San Paolo e, più recentemente, alla Haus der Kunst di Monaco e presso la Royal Academy di Londra. Nel 2010 ha esposto per la prima volta in India con mostre personali alla National Gallery of Modern Art di New Delhi e al Mehboob Studios di Munbai. Molte le collezioni pubbliche e private che accolgono le opere dell’artista, tra queste MoMA di New York e Stedelijk Museum di Amsterdam. Anish Kapoor ha ricevuto il ‘Premio Duemila’ alla Biennale di Venezia del 1990, il Turner Prize nel 1991, è stato premiato come Honorary Fellowship al London Institute nel 1997 e nel 2003 ha ricevuto il CBE. Dal 2001 è membro onorario del Royal Institute of British Architecture.

 

{jacomment}

more recommended stories