I grandi maestri del gospel americano in concerto al Busto Gospel Festival

Busto Gospel Festiva di Busto Garolfo Parte da Milano il concerto dei maestri del Gospel Connection Team, la formazione che sta facendo scuola in Italia, per diventare poi l’evento centrale del Busto Gospel Festiva di Busto Garolfo (Mi), e toccare poi Bologna, Firenze e Roma.

Il Pastore Keith Moncrief, Deborah Moncrief e il Pastore Ronald Ixaac Hubbard saranno per una settimana le star incontrastate del Gospel in Italia. Maestri del famoso Gospel Connection Mass Choir, la più grande formazione di musica Gospel in Italia, che con i suoi canti ha accompagnato una messa evento in Duomo a Milano lo scorso settembre, si esibiranno per un tour di soli 5 concerti in Italia. Si parte da Milano l’11 maggio, per arrivare il 12 a Busto Garolfo nell’Altomilanese, a essere l’evento clou del Busto Gospel Festival 2011, sponsorizzato dalla locale Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, dalla gioielleria Paternostro di Legnano con il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Milano e Comune di Busto Garolfo, per poi toccare Bologna, Firenze e Roma.
 

Busto Gospel Festival 2011

Arrivato alla sua seconda edizione il Busto Gospel Festival si preannuncia un evento da ricordare. Grazie alla collaborazione con il Coordinamento Centri Culturali della Diocesi di Milano e alla sponsorizzazione della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate e della gioilleria Paternostro di Legnano è riuscita a portare a Busto Garolfo tre grandi maestri del Gospel americano, che stanno facendo scuola anche in Italia, il Pastore Keith Moncrief, Deborah Moncrief e il Pastore Ronald Ixaac Hubbard. Assieme a Filds of Joy di Milano terranno un concerto giovedì 12 maggio alle 21. L’esibizione sarà preceduta presso il Cinema Teatro Sacro Cuore , in via Mazzini 27, dall’open day nel pomeriggio dalle 18 alle 19 a ingresso libero per la presentazione del progetto che la Gospel Connection Team sta portando avanti in Italia. L’evento è di quelli da non perdere.
Il festival continuerà poi nella serata di venerdì, sempre alle 21, con un concerto del Gospel Choir “Al ritrmo dello spirito”, per concludersi sabato con un’esibizione del prestigioso coro milanese Ensamble Vocale Ambrosiano . Nel progetto sono state coinvolte anche le scuole locali, che, martedì 10 maggio, assisteranno ad una lezione di musica e canto corale a cura dei Mestri Fabio Gallazzi e Stefania Gandola. “Questa seconda edizione del Gospel Festival punta ancora di più sulla qualità aprendo le porte anche a prestigiosi gruppi stranieri. – commenta Luca Vezzaro, assessore alla Pubblica Istruzione, Politiche Culturali e Sportive del Comune di Busto Garolfo – Il coinvolgimento delle scuole è una scelta che mi trova da sempre entusiasta. Sono sicuro che questa iniziativa, la più importante dell’anno nell’ambito associativo, sarà un pieno successo di pubblico.”
L’iniziativa giunta al suo secondo anno sale per importanza e qualità. “Lo scorso abbiamo riscosso un grandissimo successo. – spiega Antonio Aquilino, presidente del circolo Culturale Sacro Cuore, promotore del Busto Gospel Festival – Abbiamo proposto un’iniziativa di grande impatto per il territorio A solo un anno dal nostro esordio siamo riusciti ad avere i massimi esponenti del gospel americano a Busto Garolfo. Un salto di qualità importante”.
Il Busto Gospel Festival ha trovato il sostegno della Bcc di Busto Garolfo e Buguggaite, che da sempre lavora al fianco delle associazioni locali per la crescita culturale del territorio dove opera. “Saluto con grande piacere un’iniziativa che dà lustro alla Città di Busto Garolfo come questo festival. – commenta, Roberto Scazzosi, presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, main sponsor del Busto Gospel Festival 2011 – Anche in un momento complesso come quello che stiamo attraversando, la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate ha deciso di stare vicina a una manifestazione che promuove un’espressione musicale di grande fascino qual è il gospel. Sono certo che questa forma di canto, grazie agli interpreti che nelle tre serate saranno ospiti, saprà conquistare chi già apprezza il genere, ma anche avvicinare chi non ha mai avuto occasione di frequentarlo. Inoltre, come banca che da anni sostiene la divulgazione della cultura musicale nelle scuole, non posso che essere soddisfatto dei momenti dedicati alla didattica del gospel, che i Maestri Gallazzi e Gandola sapranno rendere piacevoli e proficui per i più giovani. Agli organizzatori e a tutti i musicisti il mio più sentito in bocca al lupo”.

Info per prenotazioni ed acquisto dei biglietti: 0331 537339.

 


Giovedì 12 Maggio
Gospel Connection Team (U.S.A.) & Fields of Joy coro diretto dal M° Vitali Enrico Luca

Venerdì 13 Maggio
Al ritmo dello spirito Gospel Choir coro diretto dal M° Alberto Meloni

Sabato 14 Maggio
Ensamble Vocale Ambrosiano coro diretto dal M° Mauro Penacca

  

Gospel Connection Team

I componenti del Gospel Connection Team Fabulous Singers propongono quella che loro stessi amano definire ‘una vera e propria GOSPEL EXPERIENCE.
Il Gospel è puro ritmo, come solo i cantanti di colore, con il loro back ground, possono esprimere. I membri della formazione sono accomunati dallo stesso sentimento di amore, spiritualità e pace. Battere le mani…, battere i piedi…, gridare Alleluia… questo è ciò che accade al pubblico dei Fabulous Singers. In America si dice: Let’s have Church, che significa Facciamo la Chiesa. L’energia e la vitalità prorompente di questi artisti, unita alle sonorità potenti e raffinate delle melodie spiritual e gospel, toccano il profondo di ognuno di noi come in nessuna altra musica.
Pastore Keith Moncrief: predicatore Battista e uomo carismatico dal cuore grande, il sorriso disarmante e la lacrima facile, Keith ha saputo trasmettere a tutti, con umiltà e simpatia, lo spirito e i valori del vero gospel. Fondatore e Direttore Musicale di diverse formazioni di fama internazionale (i Gospel Family e i New Millennium Gospel Singers) Keith è una presenza importante nel panorama musicale gospel internazionale, il suo modo assolutamente istintivo e dirompente di "sentire" la musica gospel sono fonte di grande ispirazione per tutti: Keith ci insegna come la musica gospel è realmente ‘vissuta’ ed eseguita nelle comunità battiste americane.
Deborah Moncrief: è il cuore di Gospel Connection insieme al marito Keith. Insieme guidano una delle più importanti Chiese di Pittsburgh. I loro sermoni sono ormai famosi nella comunità Gospel: le loro parole ci aprono il cuore, ci liberano la mente e ci ‘curano’ l’anima. Keith e Deborah ci guidano come Pastori, tenendoci e conducendoci per mano uno a uno, in un viaggio realmente salvifico verso la rivelazione della Good News, la Buona Novella.
Pastore Ronald Ixaac Hubbard (Pastor Ron) è implacabile nella sua Missione per divulgare la Parola di Gesù Cristo e nella sua volontà di esternare questa Missione nelle più diverse maniere: indifferentemente attraverso produzioni discografiche, palcoscenico, sermone o attraverso la recitazione. Nell’ambiente teatrale è conosciuto come "Triple Man" che, per lui, non solo significa che è in grado di cantare, ballare e recitare; ma significa anche, nel suo linguaggio universale, che lui è stato guidato e ispirato dalla più forte ‘Trinità’: dal Padre, dal Figlio, e dallo Spirito Santo! La sua esperienza in campo teatrale è estesa e varia. Il suo successo lo ha portato ad essere recentemente insignito del titolo di ‘Alunno dell’Anno’ presso la sua Università, Cleveland School of the Arts. Lo zelo, la competenza ed il carisma che il Pastore Ron mette nel suo Ministero, è incredibile se si pensa alla sua età. A 33 anni egli è un oratore pieno di esperienza e Maestro di Gospel. Chiamato a predicare già alla tenera età di 10 anni, il Pastore Ron ha trovato conforto sin da bambino nello studio delle Scritture, spulciando nei commentari biblici di suo padre il Vescovo Robert L. Hubbard. Il 14 giugno 1986, con l’approvazione di suo padre, l’undicenne Ron appronta il suo primo sermone dal titolo ‘Pronti all’Estasi’. La sua straordinaria esposizione, ricca di traduzioni dall’Ebraico e dal Greco, confermava già allora la sua vocazione ed impressionava i critici.
Ron continua a stupire con le sue esposizioni di Teologia. La sua eccellenza di contenuti, la sua energia e forza, contenuti, energia, negli scritti e negli insegnamenti sono esternati in un modo molto diretto che arriva al cuore di tutti; chi lo sente parlare, lo ricorda per sempre.
Pastor Ron ha lavorato in team con i suoi fratelli (Robert Jr. and Rodney) per creare la Real Productions e HubbTown Records Inc.. Da questo marchio è stato registrato Out "Praisefest 2000; da questo album la canzone "You are God Alone" è stata dichiarata one delle top ten migliori canzoni gospel del 2005 e ha vinto numerosi premi. Pastor Ronald Ixaac Hubbard ritiene di aver appena iniziato a percorrere il cammino della sua Chiamata. E nei pochissimi momenti di pausa, Pastor Ron pensa costantemente a un nuovo ed innovativo modo di usare i suoi doni per la Gloria di Dio. "He is a man who breathes the Vision" (è un uomo che respira la visione). Il suo motto è "Touching Heaven….Changing Earth!".

 

Fields of Joy

I Fields of Joy nascono nel 1996 come proseguimento del coro della chiesa di Pieve Emanuele (Mi), nel 1999 si classificano al 1° posto a "Pieve Rock" nella rassegna Scorribande e nello stesso anno incidono un jingle Natalizio per Radio 24. Nel 2000 sono impegnati nella realizzazione del singolo "Se lotterai" (inno per l’Unesco). Nel 2001-2002 subiscono una battuta d’arresto a causa dell’abbandono di molti degli elementi che lo componevano originariamente, ma nel 2003 il gruppo si rifonda nell’attuale formazione. Nel 2004 partecipa alla Gospel Connection organizzata da Alma Music e diretta dal gruppo Gospel Americano "Gospel Family" del reverendo K. Moncrief.
Nello stesso periodo collabora alla realizzazione del singolo "Simple sound" di Gianmario Luini con gli arrangiamenti musicali di Sandro Cerino e vocali di Daniela Panetta. Nel 2005 il gruppo partecipa nuovamente alla Gospel Connection organizzata da Alma Music che vede questa volta la partecipazione eccezionale di Richard Smallwood famoso cantante, compositore, arrangiatore e pianista del panorama Gospel americano. In questa occasione i musicisti dei Fields of Joy accompagnano Richard Smallwood durante l’intera esibizione presso l’Auditorium di Milano.Nel 2006 durante la Gospel Connection organizzata da Alma Music e tenuta per la prima volta ad Assisi, il gruppo partecipa al primo concorso Nazionale per cori Gospel e presenta il primo brano inedito "Let me thank you Lord". Inoltre, motivo di enorme gioia per tutti noi, entra a far parte della famiglia Viviana Giannella (soprano); è proprio qui ad Assisi che si rinnova il sodalizio musicale con il reverendo K.Moncrieft, autore di alcuni brani presenti in repertorio.
Il 2007 è un anno molto importante perché vede la nascita del secondo singolo "I’ll share my love" pensato e scritto appositamente per un progetto di aiuto a favore dell’orfanatrofio di Montes Claros in Brasile. L’idea è patrocinata da "Arms for children" che si propone autonomamente di lanciare progetti di aiuto avvalendosi della collaborazione di artisti e volontari. Sempre nel 2007 la produzione dei brani scritti dai Fields of Joy si arricchisce di due nuovi brani: "Before the Lord" e "A shower from the Lord". Il 2008 è un anno di impegno con molte associazioni e partecipano ad una serata evento al teatro Ciak per l’associazione in difesa delle donne "Cerchi d’Acqua" presentata da Debora Villa, presidentessa dell’associazione, in compagnia di molti artisti dell’area Zelig. Nel 2009 partecipano come gruppo ad una piece teatrale intitolata "Full Moon" in lingua inglese, per 4 serate al teatro Zelig di Milano diretta dal regista J.P.Sloan. Alla fine del 2010 il gruppo è impegnato nell’elaborazione di un nuovo brano intitolato "I’ll come to you" appositamente scritto per essere manifesto dall’associazione AIR.

l Maestro Enrico Luca Vitali
Ha studiato chitarra classica , armonia e composizione al Piccolo Conservatorio di Milano. A 20 anni compiuti gli studi classici abbandona completamente lo strumento studiato per dedicarsi allo studio della batteria, suo amore primevo. Per anni studia con i migliori insegnati italiani, Lucchini (capolinea) Prina (rai), Rossi, De Piscopo, segue diversi stage con batteristi di fama internazionale come Steve Smith (Spyro Gyra, Vital Information) Tommy Campbell (Manhattan Transfer) e suona con diversi artisti nell’area milanese del blues e del rock, avendo però nell’animo il progetto di arrivare a suonare Gospel Contemporaneo, con un proprio gruppo, progetto che finalmente si concretizza con la nascita dei Fieldsofjoy.
Il significato letterale della parola Gospel è "Vangelo" e quindi, attraverso il Gospel, si narra la storia e la parola di Dio viste attraverso la predicazione di Gesù Cristo. Quindi la musica del gruppo è la musica di Lode e di adorazione al Signore. Dio è la fonte di ispirazione e guida ed è proprio questa grande voglia di raccontare l’amore e il cammino di fede che porta il gruppo ad esplorare i vari generi musicali come il Gospel tradizionale, il Soul e l’R&B per arrivare a presentare un repertorio che possa parlare ai cuori di chi ascolta. Attraverso i brani interpretati e quelli scritti dal gruppo, si cerca di riflettere il bisogno di rappresentare la forza dell’anima, dell’amore e della fede, per coinvolgere l’ascoltatore in un viaggio dentro i sentimenti che danno senso all’esistenza stessa. In questo modo condividono lo stesso spazio brani tradizionali e contemporanei, ma anche brani al di fuori del panorama Gospel ma che per il loro contenuto hanno deciso di interpretare. Al gruppo piace pensare che la musica e l’amore non hanno confini di spazio, di tempo, di colore o di religione, che siamo tutti figli dello stesso Padre e che ci possa essere un modo per condividere questa bella Terra come fratelli in pace e in armonia.
  

Al Ritmo dello Spirito Gospel Choir

Il coro " Al Ritmo dello Spirito" nasce nei primi anni 80 come corale della Basilica di Santa Maria Nuova di Abbiategrasso per accompagnare con brani di polifonia classica le solennità più importanti.
Nel 1992 è l’anno del cambiamento: grazie alla messa in scena dello spettacolo "Jerusalem", una serie di salmi musicati dal direttore M° Alberto Meloni, l’attenzione del coro si sposta verso canti di concezione più moderna. Sempre alla ricerca di nuove sonorità, il gruppo approda definitivamente al genere Gospel.
L’intensa attività concertistica a livello nazionale tra cui ricordiamo le partecipazioni : come supporto nei cori del musical "Jesus Christ Superstar " con Carl Anderson, in scena nel 2000 al teatro Nuovo di Milano e nel 2001 al Teatro Nazionale di Milano, con l’orchestra da camera "Guido Cantelli" per il concerto di Natale presso la sala Verdi del Conservatorio di Milano. In Piazza Duomo a Milano per la manifestazione musicale "Una notte per gli Angeli" ; al teatro Sociale di Como per l’iniziativa "Il sociale in musica, la musica nel sociale"; al Teatro Comunale di Carpi.
Nel 2007 è tra i cinque finalisti del Venezia Gospel Festival: menzione speciale della giuria presieduta da Colin Vassell e Priscilla Jones per miglior voce solista interprete Gospel a Stella Colombi. Attualmente il coro "Al ritmo dello spirito " è composto da circa 25 elementi ed è accompagnato da una band formata da 5 musicisti. Gli arrangiamenti delle parti vocali e di quelle strumentali sono originali.

Il Maestro Alberto Meloni

Intraprende i primi studi musicali con il padre, musicista e direttore di coro non professionista. Studia con vari insegnanti, fino al 1982 quando si iscrive al conservatorio di Alessandria dove nel 1969 si diploma in pianoforte principale sotto la guida della professoressa Gisella Dapueto. Nel 1989 fonda il gruppo vocale dei "Satie’s Magazine" con cui nel 1997 incide il cd "Contr’appunti".
Nel 1992 assume la direzione del coro "Al ritmo dello Spirito" con cui, incide "Jerusalem" , una serie di salmi musicati da lui stesso. Successivamente studia composizione e frequenta i corsi di perfezionamento a Nizza.
Nel 2004 compone ed arrangia il musical "Via Pal" su testi di Mauro Morisi liberamente tratti dall’omonimo romanzo di F. Molnar. Nel 2006 viene pubblicato il cd dello spettacolo con il cast originale composto dagli ex alunni della scuola media del Collegio S. Carlo in cui è attualmente insegnante e responsabile musicale. 

 

Ensemble Vocale Ambrosiano

L’Ensemble Vocale Ambrosiano onlus è un’associazione, senza scopo di lucro, che ha come obiettivo principale la formazione di un coro per fini di utilità sociale. In particolare, attraverso la partecipazione a concerti e a manifestazioni musicali e culturali, si prefigge di raccogliere fondi da destinare ad opere di beneficenza. Molta attenzione viene dedicata anche all’uso del canto e della musica in generale come strumento di integrazione sociale.
L’associazione seleziona ogni anno uno o più progetti umanitari a cui destinare i fondi raccolti, ma spesso i concerti sono organizzati da altre organizzazioni di beneficenza, per cui il contributo, in quelle occasioni, sposa anche la loro causa. Il coro è composto da circa 60 elementi ed è accompagnato da una band di 4 elementi. Il repertorio è composto principalmente da brani Gospel e Spiritual, canti degli schiavi e delle minoranze nere dell’America che, ricordando episodi rispettivamente dell’antico e del nuovo testamento, erano nati per trasmettere speranza e alleviare il dolore quotidiano. Ha inciso due dischi: uno presso gli studi Jungle Sound di Milano per celebrare il decennale del coro, contiene i migliori brani del repertorio 2004-2006 ed un album speciale composto da brani natalizi.
L’Ensemble Vocale Ambrosiano è un coro polifonico a quattro-cinque voci, suddivise in 4 sezioni: soprani, contralti, tenori e bassi. Il colore caratteristico del Gospel è determinato nelle sezioni femminili dall’uso sistematico del registro di "petto" e di un falsetto di tipo "aperto", cioè senza l’utilizzo dell’apparato muscolare labiale, inteso come ulteriore cassa di risonanza. Quelle maschili, invece, sono, caratterizzate dal "non immascheramento" del suono che viene portato nelle regioni acute senza "girare la voce".

Il Maestro Mauro Penacca
Pianista, diplomando in Composizione, è diplomato in Direzione di Coro presso il Conservatorio G. Rossini di Pesaro e in Direzione d’Orchestra presso il Conservatorio G. Verdi di Milano. Ha frequentato le International Master Classes in Conducting tenute dal M° Aldo Ceccato e dal M° Gustav Kuhn, presso la Fondazione dei Pomeriggi Musicali di Milano. Nel 1997 ha diretto il coro ne "La lettera anonima" di G. Donizetti, in un allestimento del Conservatorio Giuseppe Verdi in collaborazione con il Teatro alla Scala. Dal 1996, anno della sua costituzione, è Direttore Artistico dell’Ensemble Vocale Ambrosiano, formazione corale di oltre cento elementi specializzata nel canto Gospel e Spiritual con lodevoli aperture al mondo della musica classica. Esperto in didattica musicale e corale in particolare, si dedica da molti anni all’introduzione dei più piccoli alla musica ed al canto.
Dirige un vero e proprio circuito di cori di voci bianche ed è docente di corsi di formazione per musicisti ed insegnanti. Un’intensa attività concertistica con cori di bambini e di adulti lo vede spesso esibirsi in prestigiosi teatri e basiliche di Milano e provincia. E’ stato ideatore e Direttore Artistico dell’associazione culturale senza fini di lucro CrescerCantando e ora si occupa di diffondere l’educazione musicale di base, e in particolare l’attività corale presso le scuole pubbliche e private, dalle materne fino alla medie superiori, e che coinvolge attualmente più di 3000 bambini a Milano e provincia. 

 

Lezione di musica e canto corale Gospel
a cura dei Maestri Fabio Gallazzi e Stefania Gandola

Sarà il pubblico, la platea a fare spettacolo nella lezione organizzata dai Maestri Fabio Gallazzi, direttore dell’orchestra Microkosmos e Stefania Gandola, esperta nell’educazione musicale in età scolare. Gli insegnati, non in cattedra, ma sul palco, elargiranno insegnamenti e consigli su come impostare la voce, come tenere le spalle mentre si canta "e poi… li faremo cantare – spiega il maestro Fabio Gallazzi – Vogliamo che l’intero teatro di animi con le voci dei ragazzi, li organizzeremo per fare un canto a più voci, e nel breve spazio, che ci è concesso cercheremo di trasmettere loro l’amore a la passione per la musica. Vogliamo che questi ragazzi prendano coscienza delle loro possibilità, speriamo che in futuro qualcuno di loro possa dimostrare interesse per un coro, ma anche e soprattutto che si divertano, perché insegnamento musicale non significa solo ascolto, ma anche fare, prendere coscienza del proprio corpo, della propria voce, che è il nostro primo strumento musicale, quello con cui siamo nati. Il conoscere e il fare della musica, infatti, vanno considerati due aspetti inscindibili di un medesimo progetto educativo. La musica nella vita delle persone può portare molteplici effetti positivi, come lo sviluppo e l’articolazione dell’immaginazione, del pensiero critico, creativo, e delle capacità comunicative e relazionali. Vogliamo che questi ragazzi capiscano che le persone possano rivolgersi tra di loro per comunicare non più solo attraverso le parole e il racconto, ma anche con il canto e l’ascolto musicale. Ovviamente ci devono essere delle figure che accompagnino i neofiti alla scoperta di questo mondo. Noi dal palco dirigeremo un’orchestra di voci fatta dai ragazzi delle scuole di Busto Garolfo, dove abbiamo già iniziato un percorso lo scorso anno, con la prima edizione del Busto Gospel Festival. Saranno loro i veri protagonisti delle nostre lezioni e dell’intera giornata".

Maestro Fabio Gallazzi: Diplomato in pianoforte col massimo dei voti. Ha studiato composizione e perfezionamento pianistico con i maestri Luigi Zanardi e Bruno Canino, direzione d’orchestra con i maestri Herbert Handt e Maurizio Dones. Affianca l’attività concertistica a quella didattica. È presidente del "Circolo Accademico Culturale", organizza seminari, incontri di alto perfezionamento con maestri del calibro di Emanuele Segre, concerti e rassegne musicali, concentrando la sua attenzione sulla musica d’insieme, la propedeutica per i bambini, la formazione, il rinnovamento dell’offerta culturale mediante la realizzazioni di spettacoli dal vivo, valorizzando la creatività giovanile in campo artistico. Insegnante di pianoforte, teoria e solfeggio, esercitazioni orchestrali e corali, ha esperienza decennale di insegnamento nelle scuole secondarie di primo grado e di consulenza in formazione musicale classica, lirica, sinfonica e moderna nelle scuole secondarie di secondo grado. Collabora con l’Accademia Teatro Alla Scala nei progetti St-Art-Up, Live, Learning Week; con Christian Silva, fondatore di "Interdisciplinary Learning Opera" nel progetto "I colori dell’Opera"e con Franco Agostino Teatro Festival. E’ presidente di giuria in concorsi musicali. Dirige il coro "Gospel for Joy" di Castellanza, il coro "Joyful Singers" di Vanzaghello e l’ Orchestra Microkosmos, della quale è tra i fondatori, oltre che della Kinder Orchestra, della Guitar Orchestra e del coro di voci bianche Onda Anomala. Nell’attività concertistica ha collaborato con Ron, Katia Ricciarelli, Emanuele Segre, Bruno Canino, Luigi Zanardi, Marco Rizzi, Javier Girotto, Daniele di Bonaventura, Tetraktis, Luca Maggiore, Davide Rocca, Maria Josè Lo Monaco, Luz del Alba Rubio, musicisti e cantanti lirici del Teatro alla Scala.

Maestro Stefania Gandola: ha conseguito nel 1995 con il massimo dei voti, il Magistero in Canto Gregoriano presso il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra di Milano (insegnante di direzione corale M. Giorgio Bredolo) ottenendo l’equipollenza al Diploma di Musica Corale e Direzione di Coro. Nel 1991 ha seguito i corsi di Pedagogia Musicale relativi al metodo "Io cresco con la musica" presso l’Accademia Marziali di Seveso. Nel 1992 ha frequentato il 13° Corso Internazionale di Canto Gregoriano svoltosi a Cremona con i Maestri F. Rampi, A.Turco, R. Gregoire, B. Göschl, L. Agustoni, A. Rüdiger. Dal 1991 segue con cadenza regolare i corsi di Pedagogia Musicale relativi al metodo "Io cresco con la musica" presso l’Accademia Marziali di Seveso con la quale ha collaborato e collabora in qualità di esperta del metodo in varie realtà scolastiche: scuola elementare di Guanzate (dall’anno scolastico 1991-92 e fino all’anno scolastico 1997-1998), Accademia G. Verdi di Vanzaghello (Mi), Associazione "S.Benedetto e Asilo "La Carovana" di Lugano. Nel luglio 1994 ha frequentato i corsi d’aggiornamento di Propedeutica Musicale ("io cresco con la musica" livello 1, bambini 4-6 anni, "strumentario" livello 2, bambini da 6 a 10 anni) svoltisi a Macerata. Nel 1996 nel 1998 e 1999 ha frequentato i corsi d’aggiornamento sul metodo "io cresco con la musica" organizzati dall’Accademia Marziali di Seveso. Nel 2000 ha seguito un corso introduttivo (12 ore) alla ritmica Jacques Dalcroze tenuto dal M.° Sabrina Doria. Nel gennaio e luglio 2002 ha seguito corsi di formazione sul metodo corale Kodaly (24 ore I livello e 28 ore II livello) tenuto dal M.° Klara Nemes docente presso l’Istituto Pedagogico Musicale "Zoltan Kodaly" di Kecskemèt (Ungheria). Nell’anno scolastico 2004/05 ha frequentato il corso di formazione annuale di 110h per docenti di musica nella scuola dell’infanzia e primaria presso l’accademia Marziali di Seveso. Il corso si è svolto nell’ambito del programma annuale delle attività riconosciute come aggiornamento e formazione dal MIUR- Ministero dell’istruzione, Università e Ricerca per l’anno scolastico 2004-2005. Ha insegnato Propedeutica Musicale presso il Centro di Formazione Musicale di Barasso (dal 1994-95 al 1997-98) (Va), il Liceo Musicale di Tradate (96/97), l’asilo di Vanzaghello (1996-97 e 1997-98) (Mi) , di Barasso (1996-97 e 1997-98) (Va) e l’asilo S.Edoardodi Busto Arsizio 2004-05 e 2005-06) Dall’anno scolastico 1998-99 all’anno 2004/05 è stata insegnante di musica presso la scuola elementare e l’asilo dell’Istituto Maria Immacolata di Busto Arsizio. Dall’anno scolastico 2004-05 insegna propedeutica musicale presso l’asilo S. Edoardo di Busto Arsizio. Nell’anno scolastico 2005-06 in collaborazione con il Civico Liceo Musicale di Varese ha tenuto una corso di 200 ore presso la scuola elementare Addolorata di Varese. Dall’anno scolastico 1994-95 insegna Propedeutica Musicale presso l’Accademia G. Verdi di Vanzaghello. Dall’anno scolastico 2005-06 insegna propedeutica presso la Civica scuola di musica di Besozzo. Dall’anno scolastico 2006-07 insegna propedeutica presso il Civico liceo Musicale di Varese. Nel 2003 ha frequentato in qualità di allievo effettivo il corso di alto perfezionamento per direttori di coro con il maestro Tonu Kaliuste presso il Civico liceo Musicale di Varese. Nel 2007 ha frequentato in qualità di allievo effettivo il Corso per direttori di coro voci bianche con i maestri Bruno Casoni e Alfonso Caiani. Dal 2006 segue la vocalità del coro Sophia di Cassano Magnago e dall’anno 2008 segue la vocalità del coro Massimiliano Kolbe di Varese. Dal 1990 canta come soprano nel Gruppo Polifonico Sine Nomine di Varese. Dal 1998 dirige il coro femminile Donneincanto di Appiano Gentile (Co). Dal 2008 dirige il coro di voci bianche Onda Anomala di Vanzaghello. Dal 2009 dirige il coro di voci bianche della Civica scuola di musica di Besozzo.
 

Il Gospel: cenni storici

Il canto "gospel"……la parola di Dio, nasce dall’incontro fra la musica africana degli schiavi neri deportati in America e le tradizioni musicali di origine europea. In terra straniera gli schiavi ascoltavano i predicatori che parlavano di come il popolo ebreo, oppresso e perseguitato, avesse trovato conforto nella parola di Dio. Allo stesso modo i neri d’America trovarono, nella fede in Dio, la forza e la speranza per sopportare l’oppressione e le privazioni che ogni giorno subivano: il loro canto, nato dal dolore, è oggi la testimonianza di una simile esperienza.
Verso la fine del 1800, con l’abolizione della schiavitù, questi spirituals varcano i confini delle piantagioni e si fondono con la musica americana, dando origine al genere "gospel". I contenuti religiosi dei canti fanno sì che spesso essi accompagnino la liturgia evangelica, eleggendo la chiesa a luogo naturale per la loro esecuzione; la tipica espressione corale, inoltre, contrapposta spesso a una voce solista, crea atmosfere intense e malinconiche. Dall’influenza europea nasce l’idea di accompagnare questi cori con strumenti musicali, così il "gospel" esce dalle chiese e diventa musica da concerto.

 

 

Cinema Teatro e Circolo Culturale Sacro Cuore

Il cinema teatro Sacro Cuore di Busto Garolfo è stato restaurato nel 1995 e da allora svolge regolare attività offrendo proposte cinematografiche e teatrali oltre a diverse iniziative culturali. Dispone di un ampio palcoscenico attrezzato per spettacoli, conferenze e concerti. I posti disponibili, tra platea e galleria, sono 350 con possibilità di accesso per disabili. Il Circolo Culturale Sacro Cuore, che colloca la propria funzione nell’ambito della proposta educativa dell’oratorio a completamento di quella svolta dal Cinema Teatro, ha mosso i primi passi nell’ottobre 2008.
La stagione culturale 2010-2011 ha presentato un programma ricco e ad alto impatto culturale, oltre che di semplice intrattenimento:
L’Ambiente e Le Risorse del Pianeta
• Conferenza Risorse del Pianeta tra Passato, Presente e Futuro, a cura di Chiara Tintori, esperta di tematiche ambientali e docente presso il Master di Economia e Politica dell’Ambiente, all’Università Statale di Milano.
• Proiezione del film documentario Earth: il prodigio della vita sulla Terra.
• Spettacolo teatrale H2Oro-L’acqua, un diritto dell’umanità a cura della Compagnia Teatrale Itineraria.
• Mostra Una Terra per l’Uomo, i tratti eccezionali del nostro piccolo pianeta. La mostra ha descritto la straordinaria combinazione di circostanze astronomiche, geologiche, fisiche, chimiche, biologiche che hanno reso la Terra un pianeta raro, forse unico nell’Universo: un pianeta in cui tutto ha cospirato perché, in un certo tempo, potesse comparire una vita complessa ed evolvere sino all’homo sapiens.
Balletto Classico
• Serata di intrattenimento dedicata al balletto: Lo Schiaccianoci di Chajkovskij, regia, costumi e coreografie a cura dell’Associazione ORIZON DANZA diretta da Vincenza Aurilio.
Stagione Teatrale
• Il programma teatrale ha previsto una stagione varia nei generi e adatta a tutta la famiglia.
• Musical, Tutti Insieme Appassionatamente, a cura della Compagnia Teatrale SAN MACARIO.
• Commedia brillante, Teatro che Pazzia a cura della Compagnia LA STRANA FAMIGLIA.
• Teatro dialettale, Una Sera in Ringhiera, proposto dalla Compagnia AMICI DELLA RINGHIERA.
• Commedia brillante La Cena dei Cretini a cura del Gruppo Teatrale TEPO.
La Santità della Vocazione
• Presentazione del libro, Per un soffio di vento. La mia avventura interiore di Giancarla Colombo, scrittrice e pittrice.
• Spettacolo Teatrale, La Storia di Abramo. Lo spettacolo è il primo esito del progetto Ti racconto la Bibbia, che intende raccontare e far conoscere meglio, grazie alla messa in scena teatrale, uno dei fondamenti della nostra civiltà e della nostra cultura: la Bibbia. Lo spettacolo è a cura dell’Associazione Culturale ARIEL.
• Proiezione del film presentato al Festival di Cannes 2010, Uomini di Dio, per la regia di Xavier Beauvois.
• Proiezione del film, Voglio essere profumo di Filippo Grilli e Dario Perego.
• Mostra per celebrare il quarto centenario della canonizzazione: Sulle Orme di San Carlo.

 

more recommended stories