Mostra: A la gare comme à la gare! Signori in carrozza

Sabato 15 maggio a Tarquinia è stata inaugurata la mostra “A la gare comme à la gare! Signori in carrozza!” una bella, colorata rassegna dedicata ai trasporti storici parigini e tarquiniensi.
L’iniziativa, che vanta il Premio di Rappresentanza del Presidente della Repubblica, è promossa dal Comune di Tarquinia e dal Museo Parigino a Roma in collaborazione con l’Ambasciata di Francia in Italia e gode, inoltre, della collaborazione dell’ATAC. La manifestazione è inserita nelle rassegne “Tarquinia a porte aperte” e “Sous le ciel de Paris” in corso durante vari momenti di tutto il 2010.
Si tratta di un’occasione importante, a cura di Cesare Nissirio, che, grazie all’incisivo intervento dell’Assessore alla Cultura Angelo Centini, vede riunite le collezioni storiche tarquiniensi e quelle del Museo Parigino a Roma.
Dalla carrozza all’omnibus, dal tram alla metropolitana, alla ferrovia extraurbana: tutto all’insegna del fascino e delle rarità, in una esposizione originale e inedita. Trasportato magicamente all’ombra del Tour Eiffel sino al Palazzo Vitelleschi a Tarquinia, il visitatore riporterà con sé un bagaglio di emozioni, ricordi, suggestioni indimenticabili.
Stampe, foto, cartoline, oggetti, strumenti di lavoro, biglietti di trasporto, tessere, documenti, costituiranno i compagni di un viaggio fra ‘800 e ‘900, agli albori del trasporto urbano moderno.
Parigi alla fine del secolo ha fornito un esempio straordinario della modernità dello slancio verso il nuovo, offrendo ai suoi cittadini tutti i prodotti delle scoperte scientifiche e del progresso al servizio dei trasporti. Il XX secolo ha creato un’ immagine nuova e rivoluzionaria del trasferimento. La tecnologia, l’industria e la nuova mentalità hanno contribuito al mutamento della vita parigina e delle relazioni tra i diversi campi dell’organizzazione urbana. Gli artisti non sono rimasti alla finestra; non sono rimasti assenti i pittori, gli illustratori, i fotografi, i cineasti e nemmeno gli storici e gli scrittori.
La mostra " A la gare comme à la gare", vuole entrare in questo reticolo complesso della vita parigina, attraverso la cronaca, la storia, la fotografia, l’arte, il racconto, la satira, la pubblicità, l’immagine in movimento, attraverso ogni disciplina che possa raccontare questo aspetto seducente della vita della capitale francese. Anche l’esposizione consacrata a Parigi accoglierà stampe, fotografie, cartoline illustrate, esempi di documentazione e di testimonianza illustrata, oltre all’illustrazione di taluni manufatti e di mezzi di trasporto dell’epoca, ricostruiti in scala. Gli acquerelli di Félix Garat e di Michel Trayer, le illustrazioni di Robida, le immagini di Cortès e di Leloir, di Louis Barrau, di Pafset o di Jean Béraud, di Raffaelli come di Galien-Lalou o di Luigi Loir, insieme alle copertine della Vie Parisienne, Fantasio, L’Assiette au Beurre, Le Sourire e Le Rire. Ma anche tutti quegli artisti della Belle Epoque che hanno preparato il terreno all’arte del nuovo secolo, al futurismo, al cubismo e alle avanguardie. Dal punto di vista tecnico, c’è di che scrivere pagine altrettanto interessanti sull’evoluzione dei mezzi di trasporto. E chissà che questo evento non induca le istituzioni a creare un importante Museo del Trasporto cittadino nella Capitale. A bon entendeur…


A LA GARE COMME A LA GARE!
SIGNORI IN CARROZZA!

TARQUINIA
SALA GRANDE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE
15 – 27 maggio 2010
tutti i giorni: ore 10,00 – 13,00 /16,00 – 19,00

 

UFFICIO STAMPA: Tarquinia – Lidia Perotti culturaspett@nulltarquinia.net
Roma – Cesare Nissirio – museoparigino@nullmuseoparigino.org
 

more recommended stories